Studio Legale Associato Calleri Noviello & Morazzoni Sangalli
Italiano Englishfrançais German

News

Risarcimento del danno nel contratto di trasporto merci su strada

L’art. 13 della Convenzione di Ginevra del 19.05.56, relativa al contratto di trasporto internazionale di merci su strada (C.M.R.), attribuisce, al pari dell’art. 1689 c.c., la titolarità del diritto all’indennizzo in ragione dell’incidenza del pregiudizio conseguente alla perdita o al deterioramento delle cose trasportate.

La giurisprudenza sul tema si è divisa: una parte, minoritaria, ha individuato nel secondo periodo, par. 1 dell’art. 13 CMR - secondo cui, se la perdita della merce è accertata o la merce non è arrivata nel termine previsto ex art. 19, il destinatario sarebbe autorizzato “a far valere in suo nome, nei confronti del vettore, i diritti che derivano dal contratto di trasporto”- un criterio ulteriore ed innovativo rispetto a quello di cui all’art. 1689 c.c., interpretando la disposizione nel senso che in tali casi il destinatario, pur senza richiedere la lettera di vettura e la riconsegna della merce, può esercitare, esclusivamente, i diritti derivanti dal contratto di trasporto.

Recente giurisprudenza di legittimità rifiuta, però, nell’ambito del trasporto in oggetto, rigide ed aprioristiche attribuzioni di legittimazione in capo al mittente o al destinatario, ritenendo che si debba verificare, caso per caso, chi sia il soggetto che, in concreto, abbia subito il pregiudizio patrimoniale conseguente alla mancata o inesatta esecuzione del trasporto.

Ognuno di essi appare titolare di un diverso legittimo interesse all’esatta esecuzione dell’obbligazione del vettore (Cass. Civ., Sez. III, n. 2075, 30.01.14).

31/05/2017
Diritto Trasporti e del Lavoro

 

Camera di Commercio Italo-Germanica

Studio Legale Associato Calleri Noviello & Morazzoni Sangalli
via Leopardi, 14 - 20123 Milano
P. IVA: 05540340964 C.F.: 05540340964
Tel. 02.48195488 Fax 02.48008011

segreteria@avvocati-sl.it

© 2017 Studio Legale Associato Calleri Noviello & Morazzoni Sangalli -  Credits